Il ripristino delle pompe nel villaggio di Mkongo

Nel viaggio di condivisione del 2005, le autorità del villaggio di Mkongo, ci portarono a conoscenza del fatto che nel villaggio esistevano dieci pozzi con pompe a mano che tiravano acqua fino a 33 mt di profondità; purtroppo la maggior parte delle pompe non erano funzionanti.
Essendo la popolazione del villaggio in aumento, la presenza d’acqua era inversamente proporzionale.
Il capo del villaggio ci propose un accordo: la popolazione si sarebbe autotassata per contribuire al ripristino delle pompe e garantire un salario ad un sorvegliante che avrebbe accertato il buon utilizzo delle pompe e segnalato prontamente eventuali guasti; per la parte restante della spesa ci avrebbe pensato Neema.
Ad oggi sono funzionanti nove pompe su dieci; poiché la popolazione attigua al decimo pozzo non ha dato il proprio contributo, non è stato possibile effettuare il ripristino del decimo pozzo.

 

Cos’altro abbiamo realizzato?